lunedì 27 febbraio 2012

La settimana delle parole. Una piccola antologia

Dopo le premesse, ecco una piccola antologia creata da tutti noi e in continua crescita. 
Che sia d'ispirazione per molti!

Le parole di LUNEDI'
Mantieni i tuoi pensieri positivi
Perché i tuoi pensieri diventano parole

Mantieni le tue parole positive
Perché le tue parole diventano i tuoi comportamenti
Mantieni i tuoi comportamenti positivi
Perché i tuoi comportamenti diventano le tue abitudini
Mantieni le tue abitudini positive
Perché le tue abitudini diventano i tuoi valori
Mantieni i tuoi valori positivi
Perché i tuoi valori diventano il tuo destino.

[Mahatma Gandhi] 
da me :)

..........

Il rimedio all'imprevedibilità della sorte,
alla caotica incertezza del futuro 
è la capacità di fare e mantenere promesse.
[Hannah Arendt]
da  Alessandra di Un filo chiaro...

..........

Aspettare che si accenda la luce


Per tutta la vita ci sentiamo sballottare da eventi che non afferriamo e siamo pervasi da un senso di inadeguatezza, come se ogni cosa sfuggisse al nostro controllo e il cinismo rappresentasse l'unico antidoto allo smarrimento. Ma appena diamo tregua al cervello e inneschiamo il cuore, sentiamo che tutto ciò che d'incomprensibile ci succede contiene un significato. E il fatto di trovarci al buio non significa che la stanza sia vuota, ma solo che bisogna aspettare che si accenda la luce.

[Massimo Gramellini]
da Francesca di Le parole verranno


..........
Impara ad essere ciò che sei ed impara ad abbandonare con dignità tutto ciò che non sei.

[Henri Friederic Amiel]
da Antonella, Attimi di letizia

..........

Si voltò verso di me
-Chiudi quei benedetti occhi di pesce.
-Ma non posso. Se tu vedessi quello che vedo io, non li potresti chiudere.

[Tratto da I pesci non chiudono gli occhi di Erri De Luca]

..........

Ma cosa amo, quando amo Te?
Non la grazia di un corpo,
non il fascino del mondo,
non la candida luce amica di questi occhi,
non la carezza melodiosa dei canti,
non il profumo dei fiori o di balsami e aromi,
non la manna e il miele degli abbracci e dei desideri dei sensi.
Non è questo che amo, quando amo Te.
Eppure amo una sorta di luce,
una sorta di voce e di profumo e di cibo e una sorta di abbraccio, quando amo Te
dove ogni cosa splende e risuona e profuma per l'anima,
e da lei sola si fa assaporare e stringere.
Dove c'è luce sepolta nello spazio e musica non rapita dal tempo
e profumo che il vento non disperde e sapore che non finisce
e un abbraccio che la sazietà non scioglie.
Questo è quello che amo, quando amo Te.
[Agostino, Confessioni]
da Luigi di Luce sepolta

..........

 Ciascuno cresce solo se sognato

C'è chi insegna
guidando gli altri come cavalli
passo per passo:
forse c'è chi si sente soddisfatto
così guidato.

C'è chi insegna lodando
quanto trova di buono e divertendo:
c'è pure chi si sente soddisfatto
essendo incoraggiato.

C'è pure chi educa, senza nascondere
l'assurdo ch'è nel mondo, aperto ad ogni
sviluppo ma cercando
d'essere franco all'altro come a sé,
sognando gli altri come ora non sono:

ciascuno cresce solo se sognato.


 [Danilo Dolci]
da Mario

..........

Lo sguardo raggiante contiene un ventaglio di possibilità.
Inciampa tra i passi esitanti di lei che sogna, canta, respira...
...si protegge con uno scudo argentato 
e dal suo rifugio rispecchia un puntino lontanto che piano piano
 rimpicciolisce nel luogo che non cambia mai, 
il luogo dell'incontro.
Un luogo pieno di voci di bambini, pieno di parole accavallate, nello spazio di un caffè rubato all'intervallo tra i  due tempi.
Stella si sofferma e guarda da fuori per non essere vista.
Ma come fanno le stelle lucenti e brillare da dentro? Sono dei piccoli soli raggianti che guardiamo silenziosamente, in un profondo inchino, come una mano che accompagna la dama, come un cenno del capo, come  lo scintillìo nello sguardo dell'unicorno.
di Cristina, Via dei Tigli

..........

 Devo pur sopportare qualche bruco se voglio conoscere le farfalle, sembra che siano così belle.
[Il piccolo principe, Antoine de Saint-Exupéry]
da Manuela,  U

..........

LE PAROLE DI MARTEDI'

Alcuni dicono che

Alcuni dicono che
quando è detta,
la parola muore.
Io dico invece che
proprio quel giorno
comincia a vivere.
 [Emily Dickinson]
(anche in inglese) da me 

..........

 Il desiderio è il seme e la vita è il suo raccolto .
[Osho]
da Nora, La felice stagione


..........

Mi sembra che nel mondo ci sia molto di più di quello che allo sguardo è permesso vedere. Credo che, guardando bene, ci siano più meraviglie in questo universo di quante se ne possono sognare.

[Vincent Van Gogh]
da Antonella, Attimi di letizia 

.......................


50 trucchi per affrontare lo stress.
Svegliati 15 minuti prima del solito. Preparati la sera prima per il giorno seguente. Non fare affidamento sulla tua memoria… prendi appunti. Ripara le cose che non funzionano correttamente. Fai una copia delle chiavi. Di più spesso  di “no”. Datti delle priorità nella tua vita. Evita le persone negative. Fai sempre una copia dei documenti importanti. Chiedi aiuto per i lavori che non ti piacciono. Spezza un compito grande in tante piccole porzioni. Guarda ai problemi come a delle sfide. Sorridi di più. Sii pronto per la pioggia. Pianifica un momento di svago ogni giorno. Evita gli abiti che stringono troppo. Fai un bagno pieno di bolle. Credi in te stesso. Immaginati mentre vinci. Sviluppa il senso dell’umorismo. Smetti di pensare che domani sarà un giorno migliore di oggi. Poniti degli obiettivi solo per te stesso. Saluta uno sconosciuto. Guarda le stelle. Esercitati a respirare lentamente. Fai cose assolutamente nuove. Interrompi una brutta abitudine. Prendi nota dei tuoi successi. Fallo oggi. Ambisci all’eccellenza, non alla perfezione. Guarda un’opera d’arte. Mantieni il tuo peso. Pianta un albero. Alzati e stiracchiati. Cerca di avere sempre un piano B. Impara un nuovo “giochino”. Impara ad andare incontro ai tuoi bisogni. Diventa un ascoltatore migliore. Conosci i tuoi limiti e fai che li conosca anche chi ti sta accanto. Lancia un aeroplano di carta. Fai attività fisica ogni giorno. Vai al lavoro prima del solito. Metti in ordine un armadio. Fai una strada diversa per andare al lavoro. Esci prima dal lavoro (con un permesso). Ricordati che hai sempre delle alternative. Smettila di cercare di “inquadrare” gli altri. Dormi a sufficienza. Loda le altre persone.
Rilassati, affronta un giorno alla volta… hai il resto della tua vita per vivere.
  50 Ways to Cope with Stress 
  Get up 15 minutes earlier. PREPARE FOR THE MORNING THE NIGHT BEFORE. Don't rely on your memory... write things down. REPAIR THINGS THAT DON'T WORK PROPERLY. Make duplicate keys. SAY “NO” MORE OFTEN. Set priorities in your life. AVOID NEGATIVE PEOPLE. Always make copies of important papers. ASK FOR HELP WITH JOBS YOU DISLIKE. Break large tasks into bite sized portion. LOOK AT PROBLEMS AS CHALLENGES. Smile more. BE PREPARED FOR RAIN. Schedule a play time into every day. AVOID THIGHT FITTING CLOTHES. Take a bubble bath. BELIEVE IN YOU. Visualize yourself winning. DEVELOP A SENSE OF HUMOUR. Stop thinking tomorrow will be a better today. HAVE GOALS FOR YOURSELF. Say hello to a stranger. LOOK UP AT THE STARS. Practise breathing slowly. DO BRAND NEW THINGS. Stop a bad habit. TAKE STOCK OF YOUR ACHIEVEMENTS. Do it today. STRIVE FOR EXCELLENCE, not PERFECTION. Look at a work of art. MAINTAIN YOUR WEIGHT. Plant a tree. STAND UP AND STRETCH. Always have a plan B. LEARN A NEW DOODLE. Learn to meet your own needs. BECOME A BETTER LISTENER. Know your limitations and let others know them too. THROW A PAPER AIRPLANE. Exercise every day. GET TO WORK EARLY. Clean out one closet. TAKE A DIFFERENT ROUTE TO WORK. Leave work early (whit permission). REMEMBER YOU ALWAYS HAVE OPTIONS. Quit traying to “fix” other people. GET ENOUGH SLEEP. Praise other people.
RELAX, TAKE EACH DAY AT A TIME... YOU HAVE THE REST OF YOUR LIFE TO LIVE.
da Francesca di Le parole verranno


.................
  Un albero somiglia a un popolo, più che a una persona. S'impianta con sforzo, attecchisce in segreto. Se resiste, iniziano le generazioni delle foglie. Allora la terra intorno fa accoglienza e lo spinge verso l'alto...
[Erri De Luca, Tre cavalli]
 da Glori, Stracci e Pupazzi
.......... 

Io rinascerò
e avrò ali
e sogni da chimera
parlerò al mondo
e ascolterò il mio spirito
vivrò libero
e amerò il mio cuore
[anonimo]
..........

 LA STORIA

La storia siamo noi, nessuno si senta offeso,
siamo noi questo prato di aghi sotto il cielo.
La storia siamo noi, attenzione, nessuno si senta escluso.
La storia siamo noi, siamo noi queste onde nel mare,
questo rumore che rompe il silenzio,
questo silenzio così duro da masticare.
E poi ti dicono "Tutti sono uguali,
tutti rubano alla stessa maniera".
Ma è solo un modo per convincerti a restare chiuso dentro casa quando viene la sera.
Però la storia non si ferma davvero davanti a un portone,
la storia entra dentro le stanze, le brucia,
la storia dà torto e dà ragione.
La storia siamo noi, siamo noi che scriviamo le lettere,
siamo noi che abbiamo tutto da vincere, tutto da perdere.
E poi la gente, (perchè è la gente che fa la storia)
quando si tratta di scegliere e di andare,
te la ritrovi tutta con gli occhi aperti,
che sanno benissimo cosa fare.
Quelli che hanno letto milioni di libri
e quelli che non sanno nemmeno parlare,
ed è per questo che la storia dà i brividi,
perchè nessuno la può fermare.
La storia siamo noi, siamo noi padri e figli,
siamo noi, bella ciao, che partiamo.
La storia non ha nascondigli,
la storia non passa la mano.
La storia siamo noi, siamo noi questo piatto di grano.

[Francesco De Gregori]
 da  Alessandra di Un filo chiaro...

..........

 Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi.
[M. Proust]
da Manuela,  U



LE PAROLE DI MERCOLEDI'

 Non fuggire in cerca di libertà quando la tua più grande prigione è dentro di te. 
 Do not run away in search of freedom when your biggest prison is within you.

[Jim Morrison]
 Ci sono diversi tipi di libertà, e ci sono parecchi equivoci in proposito… Il genere più importante di libertà è di essere ciò che si è davvero. Si baratta la propria libertà per un ruolo. Si barattano i propri sensi per un atto. Si svende la propria capacità di sentire, e in cambio si indossa una maschera. Si può privare un uomo della sua libertà politica e non lo si ferirà – finché non lo si priverà della sua libertà di sentire. Questo può distruggerlo.

The most important kind of freedom is to be what you really are. You trade in your reality for a role. You trade in your sense for an act. You give up your ability to feel, and in exchange, put on a mask. There can't be any large-scale revolution until there's a personal revolution, on and individual level. It's got to happen inside first. You can take away a man's political freedom and you won't hurt him- unless you take away his freedom to feel. That can destroy him.

[Jim Morrison]  
da me 
.......... 
 La felicità
La felicità è fuori dalla felicità.
Non c'è felicità se non con consapevolezza.
Ma la consapevolezza della felicità è infelice,
perché sapersi felice è sapere
che si sta attraversando la felicità
e che si dovrà subito lasciarla.
Sapere è uccidere,
nella felicità come in tutto.
 [Fernando Pessoa]
da  Alessandra di Un filo chiaro...
 ..........
Goditi potere e bellezza della tua gioventù. Non ci pensare.
Il potere di bellezza e gioventù lo capirai solo una volta appassite.
Ma credimi tra vent'anni guarderai quelle tue vecchie foto.
E in un modo che non puoi immaginare adesso.
Quante possibilità avevi di fronte e che aspetto magnifico avevi!
Non eri per niente grasso come ti sembrava.
Non preoccuparti del futuro.
Oppure preoccupati ma sapendo che questo ti aiuta quanto masticare un chewing-gum per risolvere un'equazione algebrica.
I veri problemi della vita saranno sicuramente cose che non ti erano mai passate per la mente, di quelle che ti pigliano di sorpresa alle quattro di un pigro martedì pomeriggio.
Fa' una cosa ogni giorno che sei spaventato: canta!
Non essere crudele col cuore degli altri.
Non tollerare la gente che è crudele col tuo.
Lavati i denti.
Non perdere tempo con l'invidia: a volte sei in testa, a volte resti indietro. La corsa è lunga e, alla fine, è solo con te stesso.
Ricorda i complimenti che ricevi, scordati gli insulti. Se ci riesci veramente, dimmi come si fa...
Conserva tutte le vecchie lettere d'amore, butta i vecchi estratti-conto.
Rilassati!
Non sentirti in colpa se non sai cosa vuoi fare della tua vita.
Le persone più interessanti che conosco a ventidue anni non sapevano che fare della loro vita.
I quarantenni più interessanti che conosco ancora non lo sanno.
Prendi molto calcio.
Sii gentile con le tue ginocchia, quando saranno partite ti mancheranno.
Forse ti sposerai o forse no.
Forse avrai figli o forse no.
Forse divorzierai a quarant'anni.
Forse ballerai con lei al settantacinquesimo anniversario di matrimonio.
Comunque vada, non congratularti troppo con te stesso, ma non rimproverarti neanche: le tue scelte sono scommesse, come quelle di chiunque altro.
Goditi il tuo corpo, usalo in tutti i modi che puoi,
senza paura e senza temere quel che pensa la gente.
E' il più grande strumento che potrai mai avere.
Balla!
Anche se il solo posto che hai per farlo è il tuo soggiorno.
Leggi le istruzioni, anche se poi non le seguirai.
Non leggere le riviste di bellezza: ti faranno solo sentire orrendo.
Cerca di conoscere i tuoi genitori,
non puoi sapere quando se ne andranno per sempre.
Tratta bene i tuoi fratelli, sono il miglior legame con il passato
e quelli che più probabilmente avranno cura di te in futuro.
Renditi conto che gli amici vanno e vengono,
ma alcuni, i più preziosi, rimarranno.
Datti da fare per colmare le distanze geografiche e gli stili di vita,
perché più diventi vecchio, più hai bisogno delle persone che conoscevi da giovane.
Vivi a New York per un po', ma lasciala prima che ti indurisca.
Vivi anche in California per un po', ma lasciala prima che ti rammollisca.
Non fare pasticci con i capelli: se no, quando avrai quarant'anni, sembreranno di un ottantacinquenne.
Sii cauto nell'accettare consigli, ma sii paziente con chi li dispensa.
I consigli sono una forma di nostalgia. Dispensarli è un modo di ripescare il passato dal dimenticatoio, ripulirlo, passare la vernice sulle parti più brutte e riciclarlo per più di quel che valga.
Ma accetta il consiglio... per questa volta.

- monologo tratto da The Big Kahuna
 da Antonella, Attimi di letizia 

..........

  Il valore delle cose non sta nel tempo in cui esse durano, ma nell'intensità con cui vengono vissute; per questo esistono momenti indimenticabili, cose inspiegabili e "persone incomparabili".

[Fernando Pessoa]
 da Manuela,  U



La partita
Imparare significa questo dopotutto: non conta se si perde la partita, ma come la si perde, e in che modo mutiamo a causa di ciò, e cosa ne ricaviamo, qualcosa che prima ci mancava e che ora potremo applicare ad altre partite. Perdere, in certo qual modo curioso, è vincere.
[Richard Bach]
da Francesca di Le parole verranno
..........
Febbraio è sbarazzino.
Non ha i riposi del grande inverno,
ha le punzecchiature,
i dispetti
di primavera che nasce.
Dalla bora di febbraio
requie non aspettare.
Questo mese è un ragazzo
fastidioso, irritante
che mette a soqquadro la casa,
rimuove il sangue, annuncia il folle marzo
periglioso e mutante

[Vincenzo Cardarelli]
da Nora, La felice stagione
..........

 Non Incolpare Nessuno
Non incolpare nessuno,
non lamentarti mai di nessuno, di niente,
perché in fondo
Tu hai fatto quello che volevi nella vita.

Accetta la difficoltà di costruire te stesso
ed il valore di cominciare a correggerti.
Il trionfo del vero uomo
proviene delle ceneri del suo errore.

Non lamentarti mai della tua solitudine o della tua sorte,
affrontala con valore e accettala.
In un modo o in un altro
è il risultato delle tue azioni e la prova
che Tu sempre devi vincere.

Non amareggiarti del tuo fallimento
nè attribuirlo agli altri.
Accettati adesso
o continuerai a giustificarti come un bimbo.

Ricordati che qualsiasi momento è buono per cominciare
e che nessuno é così terribile per cedere.
Non dimenticare
che la causa del tuo presente é il tuo passato,
come la causa del tuo futuro sarà il tuo presente.

Apprendi dagli audaci,
dai forti
da chi non accetta compromessi,
da chi vivrà malgrado tutto
pensa meno ai tuoi problemi
e piú al tuo lavoro.
I tuoi problemi, senza alimentarli, moriranno.

Impara a nascere dal dolore
e ad essere piú grande, che è
il più grande degli ostacoli.

Guarda te stesso allo specchio
e sarai libero e forte
e finirai di essere una marionetta delle circostanze,
perché tu stesso sei il tuo destino.

Alzati e guarda il sole nelle mattine
e respira la luce dell’alba.
Tu sei la parte della forza della tua vita.
Adesso svegliati, combatti, cammina,
deciditi e trionferai nella vita;
Non pensare mai al destino,
perché il destino
è il pretesto dei falliti.
[Pablo Neruda]
 da Simona

..........

LE PAROLE DI GIOVEDI'

L'arte spazza via dall'anima la polvere depositata dalla vita di tutti i giorni.
Pablo Picasso
da me
..........
Art. 3 Costituzione Italiana

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.
da  Alessandra di Un filo chiaro...

..........

Avevo il cuore gonfio…

Ci separammo senza esserci capiti.

Com’è difficile capirsi, in questo mondo.

[I dolori del giovane Werther, Goethe]

da Antonella, Attimi di letizia
 ..........

 E poi, pioggia d'estate...
Sapete che cos'è una pioggia d'estate?
All'inizio la bellezza pura che irrompe nel cielo, quel timore rispettoso che si impadronisce del cuore, sentirsi così irrisori al centro stesso del sublime, così fragili e così ricolmi della maestà delle cose, sbalorditi, ghermiti, rapiti dalla magnificenza del mondo. Dopo, percorrere un corridoio e d'improvviso penetrare in una stanza piena di luce. Un'altra dimensione, certezze appena nate. Il corpo non è più un involucro, la mente abita le nuvole, sua è la potenza dell'acqua, si annunciano giorni felici in una uova nascita. Poi, come le lacrime, che sono talvolta tonde, abbondanti e compassionevoli, si lasciano dietro una lunga spiaggia lavata dalla discordia, così la pioggia estiva, spazzando via la polvere immobile, è per l'anima degli esseri umani come un respiro infinito.Quindi certe piogge d'estate si radicano in noi come un nuovo cuore che batte all'unisono con l'altro. 
[L'eleganza del riccio di Muriel Barbery, .p.227]
..........
 Devo imparare ad amare il giullare che è in me – quello che sente troppo, parla troppo, corre troppi rischi, vince qualche volta e perde spesso, è privo di autocontrollo, ama e odia, ferisce e viene ferito, promette e non mantiene le promesse, ride e piange. Lui solo mi protegge da quell'autoritario tiranno completamente padrone di sé che abita anche in me e che mi deruberebbe della mia umana vitalità, umiltà e dignità, se non fosse per la mia parte sciocca.
 [Theodore I. Rubin]
(tradotta dalla stessa Francesca)

 I must learn to love the fool in me – the one who feels too much, talks too much, takes too many chances, wins sometimes and loses often, lacks self-control, loves and hates, hurts and gets hurt, promises and breaks promises, laughs and cries. It alone protects me against the utterly self-controlled, masterful tyrant whom I also harbor and who woul rob me of human aliveness, humility, and dignity but for my fool.

 da Francesca di Le parole verranno

..........

 Nora ha citato una mia frase di un mio vecchio post. Sono commossa... :)


La pioggia... lava via le memorie dai marciapiedi.
[Eniko]
da Nora, La felice stagione

..........

 Cosa sarà
Cosa sarà che fa crescere gli alberi
la felicità
che fa morire a vent'anni
anche se vivi fino a cento
cosa sarà a far muovere il vento
a fermare il poeta ubriaco
a dare la morte per un pezzo di pane
o un bacio non dato
Cosa sarà
che ti svegli al mattino e sei serio
che ti fa morire ridendo di notte
all'ombra di un desiderio
Cosa sarà
che ti spinge ad amare una donna
bassina e perduta
la bottiglia che ti ubriaca
anche se non l'hai bevuta
Cosa sarà
che ti spinge a picchiare il tuo re
che ti porta a cercare il giusto
dove giustizia non c'è
Cosa sarà
che ti fa comprare di tutto
anche se è di niente che hai bisogno
Cosa sarà
che ti strappa dal sogno
Cosa sarà
che ti fa uscire di tasca
dei no non ci sto
ti getta nel mare
e ti viene a salvare
Cosa sarà
che dobbiamo cercare
che dobbiamo cercare
Cosa sarà
che ci fa lasciare
la bicicletta sul muro
e camminare a sera
con un amico a parlare del futuro
Cosa sarà
questo strano coraggio
o paura che ci prende
e ci porta ad ascoltare
la notte che scende
Cosa sarà
quell'uomo e il suo cuore benedetto
che sceso dalle scarpe
e dal letto si è sentito solo
e come un uccello
che in volo si ferma
e guarda giù
(L. D.)

di Nathan
..........

 Ognuno ha le sue prigioni, mentali, fisiche.
Ognuno ci convive.
Ma quando le pareti cominciano a restringersi,
le facce diventano anonime,
Quando lo specchio comincia a darti del tu..

Quando i marciapiedi ti provocano vertigini
e la strada sembra il tuo tappeto rosso,
Metti insieme il tuo bagaglio..

Riempilo di ricordi, speranze, parole, storie vissute e
storie da vivere.
Riempilo di emozioni, musiche, liti, illusioni
d’epoca, domande e risposte..

Trovati un amico e comincia la condivisione, l’esplorazione.
Vai a caso, lascia le tue lacrime sul cuscino,
incontrati con la vita,
scontrati con il dolore,
ruba l’amore.

Non avere una meta ma cento, prova a ritornare perché
il ritorno dà senso al viaggio.

Pensa a Polifemo e alla sua solitudine e rispetta la
solitudine altrui.

Gira intorno al mondo.
Non girare con lui.

Affrancati da te stesso e dall’attesa.

Per amare la vita bisogna tradire le aspettative.

Guardati intorno e guardati da chi si professa libero.

Il sapore della libertà è la paura.
Solo chi ha paura della libertà ha il coraggio di
inseguirla.
[Vincenzo Cinaski Costantino, Le Cento Città]
da Simona

..........

Siamo angeli con un'ala soltanto e possiamo volare solamente restando abbracciati.
 [L. De Crescenzo]
da Robi, Robe di Robi

..........

LE PAROLE DI VENERDI'
 
Imparare, fare, guardare, viaggiare.

[Hermann Hesse, Peter Camenzind]
da me 
..........

Perché è così che ti frega la vita. Ti piglia quando hai ancora l'anima addormentata e ti semina dentro un'immagine, o un odore, o un suono che poi non te li togli più. E quella lì era la felicità. Lo scopri dopo, quando è troppo tardi. E già sei, per sempre, un esule: a migliaia di chilometri da quell'immagine, da quel suono, da quell'odore. Alla deriva.
[Alessandro Baricco, Castelli di rabbia]

da Antonella, Attimi di letizia


..........

Guarda la luna e guarda il dito
E guarda il saggio e lo scemo
Guarda il confine con l’infinito
Guarda la ruota e il freno
E guarda il mare che sbatte sul cielo
Guarda le stelle e chi più ne ha
Guarda la pioggia col cielo sereno
Tutto ai tuoi piedi sta.
Non è proibito niente
Ma tutto non si può
Puoi cavalcare l’onda del mare
Ma tutto il mare no
E tutto sta ai tuoi piedi
Tutta la vita vicino e lontano
Tutto il tempo a portata di mano
Non è proibito niente
Ma tutto non si può
Puoi cavalcare l’onda del mare
Ma tutto il mare no
[Francesco De Gregor]
 da Nora, La felice stagione 

...........

Ci sono delusioni che fanno onore a chi riesce a viverle.
[Carlos Luiz Zafòn]
 da  Alessandra di Un filo chiaro...

..........

  Il mio viaggio

Nel mio viaggio ideale immagino cieli che parlano,
nuvole bianche trasformate dall'aria,
lunghe strade senza fine, curve che nascondono l'inaspettato.

Un piccolo cartello che indica il luogo e il particolare, 
una fermata per aspettare con uno zaino in due, 
una bottiglia d'acqua e pochi abiti leggeri piegati nello spazio di un cuscino.

Leggerezza e tanta bellezza, dentro e fuori,
 l'amore per l'istante che dura un viaggio intero
 dentro il  quale non mi perderò.

Diventerò io stessa viaggio per chi mi incontrerà.
di  Cristina, Via dei Tigli

..........

Solo per oggi


Solo per oggi cercherò di vivere alla giornata senza voler risolvere i problemi della mia vita tutti in una volta.
Solo per oggi avrò la massima cura del mio aspetto: vestirò con sobrietà, non alzerò la voce, sarò cortese nei modi, non criticherò nessuno, non cercherò di migliorare i disciplinare nessuno tranne me stesso.
Solo per oggi sarò felice nella certezza che sono stato creato per essere felice non solo nell'altro mondo, ma anche in questo.
Solo per oggi mi adatterò alle circostanze, senza pretendere che le circostanze si adattino ai miei desideri.
Solo per oggi dedicherò dieci minuti del mio tempo a sedere in silenzio ascoltando Dio, ricordando che come il cibo è necessario alla vita del corpo, così il silenzio e l'ascolto sono necessari alla vita dell'anima.
Solo per oggi compirò una buona aziona e non lo dirò a nessuno.
Solo per oggi mi farò un programma: forse non lo seguirò perfettamente, ma lo farò. E mi guarderò dai due malanni: la fretta e l'indecisione.
Solo per oggi saprò dal profondo del cuore, nonostante le apparenze, che l'esistenza si prende cura di me come nessun' altro al mondo.
Solo per oggi non avrò timori. In modo particolare non avrò paura di godere di ciò che è bello e di credere nell'Amore.
Posso ben fare per 12 ore ciò che mi sgomenterebbe se pensassi di doverlofare per tutta la vita.

 [Papa Giovanni XXIII]
da Francesca di Le parole verranno

..........

 E dimmi ancora ci credi tualla saggezzache rinnega le passioni e non riesce a mascherare poila dolcezza?

E dimmi ancora, puoi crederciche odio e amoresono gli stessi figli di un istante vissutonel dolore?
[Ivan Graziani da "Dimmi ci credi tu?"]

..........

la vita è un viaggio

la vita è un viaggio dentro noi stessi
alcuni percorrono questo viaggio fino in fondo
al punto di liberarsi da sè e darsi agli altri
la loro vita diventa allora feconda
altri si perdono dietro ai pensieri del cuore
e non vedono mai la luce
il loro ego è troppo ingombrante
e diventa invalicabile
 da Luigi, Luce sepolta

LE PAROLE DI SABATO


Ognuno di noi ha un paio di ali, ma solo chi sogna impara a volare.
[Jim Morrison]
 da me
..........

Il tuo cuore lo porto con me
Lo porto nel mio
Non me ne divido mai.
Dove vado io, vieni anche tu, mio amato;
qualsiasi cosa sia fatta da me, la fai anche tu, mio caro.
Non temo il fato perché il mio fato sei tu, mio dolce.
Non voglio il mondo, perché il mio, il più bello, il più vero sei tu.
Questo è il nostro segreto profondo, radice di tutte le radici
germoglio di tutti i germogli e cielo dei cieli di un albero chiamato vita,
che cresce più alto di quanto l'anima spera, e la mente nasconde.
Questa è la meraviglia che le stelle separa.
Il tuo cuore lo porto con me, lo porto nel mio.
[E. E. Cummings]
da Francesca, Le parole verranno 
 
..........
 
I cattivi hanno sicuramemte capito qualcosa che i buoni ignorano.
[Woody Allen] 

..........

Un luogo non è mai solo 'quel luogo':

quel luogo siamo un po' anche noi.

In qualche modo, senza saperlo,

ce lo portavamo dentro

e un giorno, per caso ci siamo arrivati.
[Antonio Tabucchi, Viaggi ed altri viaggi]
Antonella, Attimi di letizia

..........

Penso sempre che ogni cosa durerà in eterno, ma non è mai così.
In realtà niente esiste per più di un istante, tranne ciò che custodiamo nella memoria.
Cerco sempre di conservare dentro di me ogni momento.
Preferirei morire piuttosto che dimenticare. 
[Sam Savage, Firmino]

...........

Caro Marzo - Entra -
Come sono felice -
Ti aspettavo da tanto -
Posa il cappello -
Devi aver camminato -
Come sei affannato -
Caro Marzo, come stai tu, e gli Altri -
Hai lasciato bene la Natura -
Oh Marzo, Vieni di sopra con me -
Ho così tanto da raccontare -
[Emily Dickinso]
 


6 commenti:

raffa ha detto...

che brava!io leggo una parola una frase e poi mi dico che vorrei annotarmela ma poi me la lascio sfuggire e lo so...che faccio male....

Seurasaari ha detto...

Quante idee in questo tuo blog... mi piace. Lara

Eli crea shabby ha detto...

Molto belle queste poesie!!
Elisa

singlemama ha detto...

amo le parole quasi quanto le foto.

banner cambiato, ti porto con me :-)

cristina ha detto...

è una stupenda antologia, variegata ed emozionante!!!

Antonella - ATTIMI DI LETIZIA ha detto...

sto leggendo tutte le citazioni :)
bellissima la tua grazie a Nora che l'ha citata
bacio
Antonella
ps: mi mancherà questa rubrica già lo so

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...