venerdì 7 ottobre 2011

Ancora sapone!

Eccomi con altri 5 kg di sapone! Nella mia solita maniera compulsiva ho dovuto fare di più, provare, sperimentare, cercare i limiti (miei e della materia)...



Questa volta sono nati due tipi di sapone. Alla menta, aggiungendo al sapone dell'olio essenziale alla menta e delle foglie secche...


e alla lavanda preparato con olio essenziale alla lavanda, fiori essiccati e del colore alimentare per dolci.


L'aspetto è grezzo ma mi piace. Il profumo è stupefacente. Da rifare!

5 commenti:

trittoli ha detto...

ma è fantastico!

adesso ci voglio provare anche io!
grazie per aver condiviso la ricetta!!

Wennycara ha detto...

Stupefacente: se non fosse che sono ter-ro-riz-za-ta dall'uso della soda, farei sapone tutti i giorni. Ma un bel laboratorio di saponificazione come lo vedi? ;)
Buona giornata,

wenny

Mami ha detto...

Già dopo l'altro post sul sapone mi hai fatto venire voglia di provare e ho reperito tutti gli ingredienti. Purtroppo mi manca il termometro, ma penso di trovarlo al più presto. Adesso con questo nuovo post mi hai definitivamente convinta, non vedo l'ora di iniziare!!!anche io ho preso la lavanda, ma n on vorrei usare i coloranti, che ne dici?solo essenza e fiori secchi. E come lo vedi il sapone alla rosa?con boccioli secchi all'interno??ciao
Lattedimami

enikő ha detto...

Trittoli, di niente. L'ho fatto volentieri. :)

Wenny, anch'io ero terrorizzata dalla soda, ci ho messo dei mesi per superare la mia paura, ma ora che l'ho fatto, chi mi ferma più?!
Un laboratorio? Magari! E' un bel sogno, la realtà è molto scoraggiante - norme, regolamenti, le leggi del mercato... diciamo che lo faccio per me e per le persone che voglio bene, non posso pensare più un grande. Buona giornata a te! :)

Mami, il termometro lo trovi anche in farmacia, mi pare. In effetti è meglio senza coloranti, io ho voluto fare uno sperimento. Hm, alle rose.... si! Perchè no? Mettitti all'opera e fammi poi sapere! Un abbraccio :)

Trinity ha detto...

Complimenti per il blog e per l'autoproduzione del sapone! :)

Potresti provare a vendere il sapone che fai a qualche negozietto che vende oggetti di artigianato o articoli da regalo. Senza dover aprire partita iva, norme ecc. Puoi fare una fattura come "prestazione occasionale" per la preparazione del sapone, paghi tasse solo su quella.
Una mia conoscente prepara candele particolari, poi le vende a negozi di articoli da regalo.
Cosa costa provare? :)
In bocca al lupo!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...