mercoledì 30 novembre 2011

Novembre 2011

Anche questo mese è finito e anche questa volta finisco per rincorrere le cose. Gli appuntamenti, le scadenze, treni, aerei... Ma non voglio perdere per strada i ricordi più belli, quelli che faranno parte del nostro passato, del nostro vissuto, che saranno parti integranti della persona che diverremo domani durante la nostra continua metamorfosi. Allora novembre era questo per me, per noi:


 un breve ma intenso viaggio in Transilvania
[mi ha fatto respirare un'aria diversa]


il rospo, dall'altezza dei suoi sei anni, scopre l'estetica dei colori. ecco come apparecchia per sè: sceglie con cura ogni colore e sfumatura, ogni dettaglio pur mantenendo un certa semplicità
[mi fa sorridere]


la rospa, alla veneranda età di 8 anni, si è invaghita di questa pecorella, comprata anni fa durante un viaggio in Austria. non fa un passo senza di lei, la nutre, la coccola, le fa il bagno, legge favole per lei, ci dorme [mi fa tanta tenerezza]
ah, la pecora si chiama Pecora. :)


una serata tra amici passata all'aperto tra balli e canti, a mangiare e a bere 
[puro godimento]

snupone innamorato, giovane e ribelle che ci fa impazzire con le sue scappatelle, con il suo ululare nel cuore della notte, con le sue irruzioni nelle case altrui - quando scappa per seguire le sue fidanzate, va per supermercati, va a trovare tutti i nostri vicini intrufolandosi nelle loro case non appena trova una porta semiaperta e facendo venire mezzi infarti alla brava gente
[lo adoro ma mentalmente lo avrò abbattuto e sotterrato una dozzina di volte]

e anche questo: camminate senza meta, senza limiti in spazi enormi; i due puntini sono i due rospi, liberi di correre ed esplorare
[è armonia]

Perugia: una città nuova da scoprire, nuove esperienze da vivere
[il mondo è vasto, c'è sempre un nuovo orizzonte oltre il nostro macrocosmo]


il recital solistico del mio geniale connazionale, Andràs Schiff per scoprire la giocosità di Mozart, la poesia di Haydn, l'ultima opera di Schumann, ambigua e spettrale ma resa lieve da un'esecuzione appassionata, poi le 33 Variazioni su un Walzer di Diabelli op. 120, considerate vera e propria summa del pensiero di Beethoven. 
[la bellezza non ha prezzo. e nemmeno la genialità] 

ecco le memorie di novembre che vorrei conservare. una messaggio in bottiglia buttato nel mare di domani.
Vi auguro un bellissimo mese nuovo!

8 commenti:

Perline e bottoni ha detto...

Sono incantata dal tuo sguardo sul mondo, dal tuo essere cittadina del mondo e del tuo modo di aiutare i figi a crescere. Buon dicembre pieno e intenso.

chiara ha detto...

Perugia, la mia città, spero vi sia piaciuta! Buon dicembre!

cooksappe ha detto...

:o che foto!

luby ha detto...

Tirando le somme... Un gran bel novembre!!!!!
Adoro i tuoi cuccioli!

Per solidarieta' ti dico che anche io faccio sogni come il tuo sul mio menphis!!!
Sono dei diavoletti camuffati da angeli!!!! :0)

cristina ha detto...

Questo post è meraviglioso (e non solo questo...): una finestra aperta su incantevoli atmosfere!
Felice dicembre Enikò!

Dreamy Melrose ha detto...

Tante emozioni in questi scatti di Novembre :)
Spero di vedere presto le foto della Transilvania :)

estrellazul ha detto...

grazie per condividere queste bellissime immagini, piene di emozioni vibranti. un abbraccio

Nina ha detto...

La foto di Perugia mi ha ricordato i villaggi incantati che sognavo da bambina...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...