martedì 21 dicembre 2010

Una breve irruzione nel mondo reale

Mentre Gasparri esorta i genitori a tenersi i figli in casa per salvarli da potenziali assassini, un padre, con coraggio e intelligenza, manda il figlio sulle barriccate per lottare per il suo futuro.

[non ho delle foto recenti, ho postato queste: sono i cortei del Social Forum di Firenze del 2002, pochi mesi dopo le drammatiche giornate del G8 di Genova. In fondo sono gli stessi ragazzi, gli stessi ideali e le stesse delusioni, le stesse lotte e lo stesso mondo da cambiare.]

4 commenti:

ornella ha detto...

Ti abbraccio e CONDIVIDO il tuo pensiero... educare significa far uscire dal qualunquismo, dalla convenienza e dalle scelte di comodo... è ovvio che chi impara a scegliere puo' correre dei rischi, ma da' spessore alla sua coscenza e alle sue convinzioni.
ornella

CriCri ha detto...

Condivido in pieno e non riesco a capire come si possano chiudere gli occhi di fronte a delle manifestazioni del genere.. come si può pensare che non esista un reale disagio!???
Cosa debbono fare i ragazzi che vedono solo buio nel loro futuro?? Chi ha studiato e non vede dove sbattere la testa per lavorare??
Dobbiamo chiuderci tutti a casa, guardare la tv e lasciarci plasmare come vasi di terracotta dalle parole e subdole idee di chi ancora ci vuole far credere che tutto vada bene??
Ipocriti!

Ninfa ha detto...

Condivido. A noi giovani ci stanno togliendo la possibilità di sognare.
Ti abbraccio e grazie per i tuoi post che fanno sempre riflettere.

piacere di conoscerti ha detto...

wow che forza comunicativa che hanno queste immagini!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...