lunedì 15 giugno 2009

Oscuramento internet: è passato l'emendamento


Mi è arrivata via mail la notizia e la cosa mi preoccupa non poco. La voglio condividere con voi.

E' passato l'emendamento D'Alia

L'attacco finale alla democrazia è iniziato! Berlusconi e i suoi sferrano il colpo definitivo alla libertà della rete internet per metterla sotto controllo. Ieri nel voto finale al Senato che ha approvato il cosiddetto pacchetto sicurezza (disegno di legge 733), tra gli altri provvedimenti scellerati come l'obbligo di denuncia per i medici dei pazienti che sono immigrati clandestini e la schedatura dei senza tetto, con un emendamento del senatore Gianpiero D' Alia (UDC), è stato introdotto l'articolo 50-bis, "Repressione di attività di apologia o istigazione a delinquere compiuta a mezzo internet".

Il testo la prossima settimana approderà alla Camera. E nel testo approdato alla Camera l'articolo è diventato il nr. 60. Anche se il senatore Gianpiero D'Alia (UDC) non fa parte della maggioranza al Governo, questo la dice lunga sulla trasversalità del disegno liberticida della "Casta" che non vuole scollarsi dal potere. In pratica se un qualunque cittadino che magari scrive un blog dovesse invitare a disobbedire a una legge che ritiene ingiusta, i provider dovranno bloccarlo. Questo provvedimento può obbligare i provider a oscurare un sito ovunque si trovi, anche se all'estero. Il Ministro dell'interno, in seguito a comunicazione dell'autorità giudiziaria, può disporre con proprio decreto l'interruzione della attività del blogger, ordinando ai fornitori di connettività alla rete internet di utilizzare gli appositi strumenti di filtraggio necessari a tal fine. L'attività di filtraggio imposta dovrebbe avvenire entro il termine di 24 ore. La violazione di tale obbligo comporta una sanzione amministrativa pecuniaria da euro 50.000 a euro 250.000 per i provider e il carcere per i blogger da 1 a 5 anni per l'istigazione a delinquere e per l' apologia di reato, da 6 mesi a 5 anni per l'istigazione alla disobbedienza delle leggi di ordine pubblico o all'odio fra le classi sociali. Immaginate come potrebbero essere ripuliti i motori di ricerca da tutti i link scomodi per la Casta con questa legge? Si stanno dotando delle armi per bloccare in Italia Facebook, Youtube, il blog di Beppe Grillo e tutta l'informazione libera che viaggia in rete e che nel nostro Paese è ormai l'unica fonte informativa non censurata. Vi ricordo che il nostro è l'unico Paese al mondo, dove una media company, Mediaset, ha chiesto 500 milioni di risarcimento a YouTube. Vi rendete conto? Quindi il Governo interviene per l'ennesima volta, in una materia che vede un'impresa del presidente del Consiglio in conflitto giudiziario e d'interessi. Dopo la proposta di legge Cassinelli e l'istituzione di una commissione contro la pirateria digitale e multimediale che tra poco meno di 60 giorni dovrà presentare al Parlamento un testo di legge su questa materia, questo emendamento al "pacchetto sicurezza" di fatto rende esplicito il progetto del Governo di "normalizzare" il fenomeno che intorno ad internet sta facendo crescere un sistema di relazioni e informazioni sempre più capillari che non si riesce a dominare. Obama ha vinto le elezioni grazie ad internet? Chi non può farlo pensa bene di censurarlo e di far diventare l'Italia come la Cina e la Birmania.
Oggi gli unici media che hanno fatto rimbalzare questa notizia sono stati Beppe Grillo dalle colonne del suo blog e la rivista specializzata Punto Informatico.

http://www.youtube.com/watch?v=T2xhg0N3DLA

Chiaramente per quanto mi riguarda non mi sognerei mai di istigarvi a delinquere perchè quando si tratta di regole civili e di buon senso sono noiosamente conformista ma qui rischiamo una specie di inquisizione ed è in gioco la nostra democrazia.

12 commenti:

estrellazul ha detto...

sai cosa mi viene in mente ? l'unica cosa é conservare il potere della lingua e continuare a esprimere le proprie opinioni su un provider per esempio americano, in italiano, puó essere ?

ernesto ha detto...

Sarebbe come andare in esilio.Dobbiamo essere liberi nel NOSTRO paese!

Rossana ha detto...

Quant'è amaro questo boccone.
Ci fanno sentire schiavi nel nostro paese.

Perline e bottoni ha detto...

Non mi stupisce più nulla ormai. A volta ho paura anche a pensare certa che il Grande Fratello, incubo di Orwell, ormai è una realtà...

mammanatura ha detto...

Mi viene sempe più spesso la voglia di emigrare...per andare dove??? non so, forse non esiste un posto che faccia al caso nostro o per un motivo o per un altro...
Mi consolo pensando che c'è chi sta peggio di noi...in Cina ad es. ma in molti altri posti...e chi pensa che i tanto odiati USA siano il paese della cuccagna...??!!dovrò aprire un sondagio sul posto ideale dove vivere!!!

La Mente Persa ha detto...

@Ernesto: nella prima bozza di legge sembra sia contemplata la possibilità di oscurare anche i siti esteri. Per averne la sicurezza si dovrà attendere il testo definitivo.

A me sembra un decreto nato per i blog dal gran numero di utenti (es. Beppe Grillo) e che costituiscono di fatto delle testate giornalistiche. L'apprensione anche per i pesci "piccoli" della rete, come me e voi, rimane.

Sulla norma concernente la possibilità di denunciare i clandestini bisognosi di cure ospedaliere non posso che esprimere il mio sdegno. E' anticostituzionale!
gio

Danda ha detto...

Ho letto questa notizia ieri sera prima di andare a dormire e di notte mi sono svegliata con l'incubo di vivere in un paese senza più democrazia. Mi ci è voluto parecchio per riprendere sonno! Ma in che paese viviamo?
Possibile che la gente continui a dormire sonni tranquilli? Boh?

mammafelice ha detto...

Io ormai è da un po' che sono senza parole... E si continua a votarlo. Se ogni paese ha il governo che si merita facciamo proprio schifo...
P.S. posso fare un link sul mio blog a questo tuo post????

ernesto ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
ernesto ha detto...

Cara Mammafelice non solo puoi ma devi farlo!Tutti dobbiamo parlarne e non solo in rete ma anche al lavoro,sull'autobus,in palestra,al mercato,a scuola,all'università. Dobbiamo informare chi non lo è.Dobbiamo toglierci il prosciutto dagli occhi e rimettercelo in bocca per riassaporare il gusto di una vita di qualità!

Barbara ha detto...

Quello che mi stupisce è che la maggior parte degli italiani non si accorga di cosa sta succedendo...

Lo ha detto...

ecco....sono così pessimista....questa falsa democrazia per mantenere il potere economico di pochi mi fa tremare....ogni giorno di più...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...